MUSICOTERAPIA E GESTIONE DELLA PAURA

 

Musicoterapia - Sessioni di gruppo per adulti
Durata: 8 incontri settimanali
Quando: dal 22 febbraio 2018 - giovedì dalle 20.30 alle 22.00
 

Dove: presso La Porta Socchiusa - Via Sant'Eufemia, 34 - Piacenza

Possibile inserirsi tutto l'anno

 

La paura, un'emozione che di solito si verifica quando si percepisce una minaccia per il proprio benessere personale può sollecitare l'azione contro la minaccia. 


Un'emozione comune che viene vissuta dalla maggior parte delle persone, la paura è considerata una normale e naturale parte della vita.

Tuttavia, la paura può portare le persone a sperimentare una vasta gamma di cambiamenti fisici e mentali, e la paura irrazionale o intensa può interferire con la felicità di una persona, il senso di sicurezza e la capacità di funzionare efficacemente.

Senza paura, le probabilità di sopravvivenza quotidiana di un individuo probabilmente diminuirebbero. Quindi, la paura può essere sana, perché aiuta le persone a tenersi lontano da situazioni pericolose o dannose. La paura può spesso influire sulla fisiologia quando viene percepita una minaccia. La frequenza cardiaca, la respirazione, l'attività cerebrale, il tono muscolare e la risposta allo startle sono tutte probabilità di subire cambiamenti temporanei. Tipicamente, la paura suscita anche una risposta "lotta o fuga", che è una reazione biochimica allo stress.

È probabile che tutte le persone provino paura di qualche tipo. Gli esseri umani e gli animali hanno in genere reazioni di paura innate ad alcuni stimoli (come rumori inattesi o forti), e alcuni di questi stimoli possono differire da una persona all'altra, sebbene alcune paure possano verificarsi frequentemente nella popolazione generale. 


Ad esempio, un gran numero di persone denunciano la paura della morte. Nuove paure vengono spesso apprese quando gli stimoli che inducono la paura sono accoppiati con oggetti o eventi che normalmente non fanno paura. Quando ciò accade, quegli oggetti o eventi possono venire a causare l'esperienza della paura.


Gli effetti della paura

L'esperienza della paura generalmente porta le persone a sperimentare cambiamenti fisici ed emotivi. 

Una persona può sperimentare una varietà di risposte fisiche quando sperimenta la paura, come ad esempio:

• Tremore, paralisi temporanea, battito cardiaco irregolare
• Dolore allo stomaco, tensione muscolare o spasmi, mal di testa, nausea, vertigini
• Pianto
• La balbuzie

UNA POSSIBILITA' 

Biomusica è una disciplina che influenza positivamente l’equilibrio psicofisico dell’individuo, favorendo il suo sviluppo e la sua evoluzione. Propone esercizi energetici, giochi ed esperienze in un modo diretto, pratico ed esperienziale, col
fine di migliorare la qualità di vita personale e sociale. Caratteristica fondamentale in Biomusica è che la persona è un essere in evoluzione permanente, dinamico e in costante trasformazione. L’essere umano ha la possibilità di andare al di là del suo sviluppo organico e crescere in coscienza. Questo punto di vista ci porta a considerare la malattia e/o la sofferenza mentale come una fase che la persona attraversa e dalla quale può imparare ciò che ha bisogno di imparare (senza ovviamente trascurare i giusti sostegni medici e/o psicologici).

 

Non è una tecnica della New Age, né musica d’ambiente; Biomusica basa la sua teoria su antiche conoscenze che trattano dell’influenza del suono
sul corpo umano: un sapere che oggi trova anche fondamento nel mondo scientifico.

 

Che attività si realizzano in un incontro di Biomusica?

 

Gli incontri di Biomusica sono fondamentalmente pratici, gradevoli, riflessivi e focalizzati sulla relazione, applicabili e adattabili a qualsiasi area ed età in un modo diretto ed esperienziale.
 

Si realizzano esercizi energetici, emissione e ricezione di suoni, giochi, esperienze introspettive, narrazioni guidate e rilassamenti attivi.

Su che cosa si basano gli esercizi?
 

Gli esercizi si basano sull’idea che molte malattie –sia organiche che mentali- hanno la loro origine in fattori emozionali, ragione per cui il principio attivo di questa tecnica è l’uso del suono sul triangolo Corpo – Emozionalità – Energia.

 

L’essere umano somatizza le sue emozioni e questo ne influenza il funzionamento organico e mentale. Lavorando su questi aspetti, la Biomusica contribuisce a produrre una nuova interiorità, stimolando così l’equilibrio integrale dell’essere.

 

Determinati suoni agiscono a livello del sistema bioenergetico; come strumento principale usiamo la nostra voce, accompagnandoci con certi tipi di respirazione e di immagini mentali. Il suono così indirizzato è un massaggio sonoro che provoca effetti fisici -per la sua frequenza vibratoria- ma anche effetti mentali per l’atmosfera emozionale che aiuta a creare. Questi esercizi sono alla base
della Biomusica. Attraverso le tecniche che proponiamo, si cerca di accompagnare l’individuo verso un determinato livello di coscienza, dal quale egli possa agire sui suoi conflitti per risolverli e riprendere così l’energia in essi trattenuta. Tutti i nostri esercizi hanno come obiettivo quello di favorire questo processo.

Ci si può inserire in qualsiasi momento previo colloquio.

È necessario indossare un abbigliamento comodo (tipo tuta da ginnastica) e calze per lavorare senza scarpe.

Per la partecipazione è previsto un contributo di 120 euro per 8 incontri consecutivi ed è necessaria la tessera associativa valida per l'anno in corso (quota annuale 10 euro).

Per accedere al percorso è necessario un colloquio conoscitivo con il conduttore.

 

Per ulteriori informazioni:
E-mail: contattami@stefanovita.com
Cellulare: 392 1806179​

  • Facebook Social Icon
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram Social Icon

© 2023 by VITA STEFANO.

Telefono:

392/1806179

Via Carducci, 50/D

26845 Codogno (LO)

Via Sant'Eufemia, 34.

29121 Piacenza (PC)